I passi di crescita dai 3 ai 6 anni

Come il bambino percepisce se stesso ?
Spesso i genitori sono concentrati sul loro desiderio che i bambini si comportino bene e temono le loro reazioni inadeguate. Questo atteggiamento non dona grandi soddisfazioni ed entrambi, grandi e piccoli, si ritrovano variabilmente insoddisfatti.

Portare l’attenzione sul vissuto soggettivo del bambino, su come percepisce se stesso e scoprire come origina il suo comportamento permette di creare una collaborazione ottimale.
Azioni semplici come ridurre i giudizi e aumentare la comunicazione degli obiettivi sono capaci di portare grandi risultati.

 

Stare Insieme
Il contatto umano e il vissuto del tempo giocano un grande ruolo, sia per il bambino che per l’educatore. Scoprire gli ingredienti per stare bene insieme e per condividere il giusto tempo, è decisivo per il benessere e per una crescita felice. Tanti miglioramenti si verificano nei diversi ambiti della vita quotidiana avendo cura di coltivare il senso di unione, la vicinanza, la comprensione e una collaborazione positiva.

I semi della volontà
Sin da piccoli i bambini danno segnali ben chiari di cose che “vogliono” e altre che “non vogliono”. Da questi primi segnali può nascere una sinergia tra adulto e bambino, oppure, può apparire una conflittualità che, talvolta, si protrae purtroppo nell’arco della vita limitando molto l’individuo nella sua espressione e nelle sue potenzialità. Conoscere il funzionamento dei bisogni, della volontà e delle relazioni, permette di educare in modo amorevole ed efficace, condividendo esperienze positive.

Il Meccanismo del miglioramento
Nel periodo dai 3 ai 6 anni i bambini hanno l’opportunità di compiere i passi per conquistare un approccio alla vita basato sul miglioramento. Si tratta di un risultato educativo di grande portata perché non è affatto scontato e non sempre matura in modo automatico. Saper desiderare e realizzare il miglioramento segna una direzione nella vita, dona profondo valore e intenso piacere alle esperienze.

“l passi di crescita dai 3 ai 6 anni” è un corso che fa parte della ricerca “Scienze delle Abilità Umane” del Centro Studi Podresca, in particolare dell’area tematica “L’Arte di Educare”.

Il Corso è dedicato a educatori, insegnanti e genitori che desiderano acquisire nuove abilità nell’educazione dei bambini dai 3 ai 6 anni. Questa fase della vita è importantissima perché pone le basi delle relazioni fondamentali e della personalità. Le abitudini che vengono acquisite tengono ad affermarsi e permanere per l’intero arco della vita. Il benessere del bambino è sempre stato l’obiettivo al centro dell’attenzione, oggi possiamo realizzarlo con nuove e ancora più precise abilità personali.
La docente del corso è Silvana Tiani Brunelli, presidente delle associazioni Vitae ONLUS e Centro Studi Podresca, ricercatrice e autrice della collana “L’Arte di Educare”.

 

Educatori ancora più preparati = bambini ancora più felici!

Il Corso si terrà il 7 Dicembre presso l’associazione InformAzioneCrescita
– Studi abilità umane Via Repoise 86 – Cervarese Santa Croce (PD).

Per informazioni e iscrizioni:
Sonia Casotto
339 52 53 680
sonia@informazionecrescita.it

Scopri le letture dedicate di Podresca Edizioni

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato!

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Lascia un commento

Post Recenti

La Crisi

L’Albero Nodoso e il Giardiniere nel suo giardino. 
Ho scelto questo scambio epistolare, un amico che mi scrive e io che gli rispondo, come dinamica tipica di questo momento critico e farne un esempio di studio,  con l’auguro di risultare utile a molti di voi.

LEGGI TUTTO »

Alla Ricerca della Completezza 

“Tutte le felicità di una vita non valgono un attimo di completezza” Una affermazione ardita, ma ahimè dolorosamente vera. Dico ahimè, perché la maggior parte delle persone confonde la felicità con la completezza. La felicità appartiene al dominio dei sentimenti e come tale è un “campo” popolato da “quanti”  effimeri e transitori. La completezza appartiene al dominio dell’essere, dell’individualità consapevole e come tale trascende il momento e il cambiamento.

LEGGI TUTTO »

Iscriviti alla Newsletter