Che cos’è la relazione umana? Per rispondere a questa domanda, dovremmo poter dire di conoscere la natura umana, consapevolezza molto difficile da conquistare completamente. Essendo la relazione un elemento fondamentale della vita di una persona, capace di determinare fortemente sia lo stile che la qualità dell’esistenza, dovremmo tentare comunque l’ardua impresa, considerando però che probabilmente non esauriremo mai l’argomento. Possiamo partire da due concetti di base: il primo asserisce che “La natura umana è intrinsecamente concepita per interagire”; il secondo afferma che “La persona è naturalmente dotata di innumerevoli proprietà fondamentali per interagire, è dotata di abilità e di strumenti finalizzati a entrare in relazione con tutto ciò che la circonda e la contiene”. Ci stiamo addentrando dunque a esplorare qualcosa di molto complesso, che siamo noi, in relazione con qualcos’altro di altrettanto complesso che sono gli altri e la vita. Due elementi straordinari rendono possibile la relazione umana: il contatto e lo scambio. Il contatto è essere insieme. Lo scambio è fare insieme. Il contatto ha il compito di attivare lo scambio. Lo scambio ha il compito di aumentare e rendere stabile il contatto. L’evoluzione ha determinato e fissato il suo potere di cambiamento in questo preciso punto: la capacità di contatto e di scambio. La relazione umana è il risultato di una somma di ingredienti e diviene essa stessa fonte di maggiore complessità. La relazione arricchisce la diversità, la conoscenza, la comprensione, l’intelligenza, le abilità, la visione del futuro, l’intuizione e molto altro: il tutto a favore di una sopravvivenza vincente. Se rimanessimo privi di relazione, potremmo dire di perdere i connotati distintivi di essere umano, della vita o di entrambi. Prima di essere concepiti e dopo la morte, manca la proprietà fisica di entrare in contatto con gli altri e di operare uno scambio. Di fatto non siamo in relazione fisicamente e non abbiamo gli strumenti per comunicare e relazionarci con la vita. Senza la relazione non siamo, solo con la relazione siamo: forse tanto siamo, quanto siamo in relazione. 

Silvano Brunelli e Silvana Tiani Brunelli.

Post Recenti

Iscriviti alla Newsletter