LA FORMULA DELLA FITNESS NEGATIVA E POSITIVA 

Il primo passo che si può fare per afferrare la dinamica della strategia di cooperazione è rendere la fitness chiara, uniforme, cosciente e renderla condivisa nel gruppo di appartenenza.

 

È necessario che tutti i componenti siano consapevoli della forza reale: “ Che cosa siamo in grado d fare? A cosa diciamo si con certezza? Su cosa si nutre dubbi, su cosa si è incerti o si teme di non essere all’altezza? Qual’è la misura della sfida che la somma dell’ambizione mette sul tavolo della scelta? Che cosa si sente che è oltre misura del io posso – noi possiamo. Qui è bene ricordare che non si tratta di credenza  

 

È necessario altresì che tutti i componenti siano consapevoli della forza reale del gruppo e che siano disponibili ad interagire in modo corretto, cioè che conoscano e possiedano gli strumenti per elevarla.  

 

Come gestire la naturale differenza della fitness delle singole persone all’interno di un gruppo? La soluzione tipica è quella di standardizzare la misura della forza (come una persona dovrebbe essere all’interno di un gruppo). Un’altra soluzione che di solito viene praticata è quella di demonizzare chi presenta fitness minori per indurli ad allinearsi. Per quanto diano qualche risultato, non sono le soluzioni ottimali perché a lungo andare questo approccio comunque disgregherà l’unità del gruppo. Per sommare la fitness personale, che per sua natura è soggettivamente e individualmente diversa da persona a persona in una fitness comune che le sappia sapientemente amalgamate, è utile intraprendere altre vie. Analizzando le fondamenta della fitness di solito si finisce per trovarla. 

 

La fitness di un gruppo può essere indagata in base a quattro semplici parametri di riferimento.

 

1 Il fine comune. Possiamo dire che quanto il fine è consapevole, comunicato e autenticamente scelto e condiviso dai componenti del gruppo, tanto il gruppo può crescere. La fitness decade nel tempo perché stanchezza e stress introducono confusione e intenzioni diverse che minano il fine comune. La perdita di aderenza al fine comune  porta infine nella dimensione della fitness negativa.

 

2 Le regole. Quanto gli accordi sono chiari, adatti ad ottenere lo scopo e rispettati con regole condivise tanto la fitness del gruppo è alta. Assenza di regole, trasgressioni, disaccordi, attriti o conflitti si riflette immediatamente in una bassa fitness. Curioso come la qualità della fitness non migliora significativamente anche quando le persone le seguono in modo formale, ma non per scelta. Regole imposte danno una parvenza di funzionalità ma non alimentano ne l’appartenenza ne la forza del gruppo. La fitness è direttamente proporzionale all’autenticità del coinvolgimento con il  codice etico condiviso.

 

3 Le risorse Quante risorse i singoli componenti sono capaci di immettere nel progetto per realizzare il fine comune tanto è alta la fitness del gruppo di appartenenza. Un livello di risorse inadeguate o insufficienti limita oggettivamente la fitness  del gruppo. 

 

4 I ruoli  Per produrre azioni coerenti al ruolo assunto le persone hanno bisogno di maturare l’abilità di assumere una identità adatta e correlata al ruolo. Solo in questo modo le azioni diventano potenti e utili allo scopo. Non si tratta solo di competenze (sapere come si fa una determinata cosa, ma chi si è mentre lo si fa) Le identità abbinati ai ruoli rivelano se la persona si trova in un processo di fitness negativa o positiva.

 

FORMULA DELLA FITNESS NEGATIVA

Errata identità + ruolo non coerente = fitness decrescente

***

FORMULA DELLA FITNESS POSITIVA

Corretta identità + Ruolo coerente  = fitness crescente e vincente

 

Indagare i quattro parametri di tutte le persona di in un gruppo è un approccio straordinario, veloce e potente perché svela immediatamente  non solo se una persona si trova nella fitness positiva, ma trovandosi in una fitness negativa,  se è impedita e condizionata dal sottostante senso di colpa che si manifesta con l’atteggiamento di fondo “io non posso, io non devo…noi non possiamo, noi non dobbiamo. Come il senso di colpa personale diventa un riduttore, del piacere, del successo, dell’entusiasmo, del coraggio, della determinazione, e dell’esuberanza nella propria espressione, così una persona può diventare un riduttore dell’espressione, del piacere,  dell’esuberanza, del coraggio e del successo di un gruppo. Individuare il riduttore dell’espressione di un gruppo che sia identificato in una persona specifica o spalmato su tutti i componenti dello stesso è secondario. Primario è rimuovere il riduttore e liberare la fine potenziale del gruppo.

 

Rimane il dubbio se sia l’errata identità ad originare un errato ruolo o sia un ruolo inadeguato a originare una falsa identità. Non ci sono dubbi che uno riflette l’altro e viceversa. Poco importa chi ha cominciato. Il risultato finale è una fitness negativa che è destinata a diventare sempre più negativa. Possiamo però dire che è sempre il senso di colpa che ha cominciato questo gioco in cui l’identità (chi sono) non coincide ed è in conflitto con il ruolo (quello che faccio). Chi sono non è quello che faccio e quello che faccio non è veramente chi sono. Questa discrepanza è la falla della fitness  quanto per la singola persona tanto per un gruppo di appartenenza. 

 

Rimane pure il fatto che solo una identità coerente al ruolo e un ruolo coerente all’identità origina una fitness positiva destinata a diventare sempre più positiva. Possiamo ben dire, senza ombra di dubbio, che sono i fini autentici, le regole e le risorse condivise a cominciare il gioco della fitness positiva in un gruppo. 

Un semplice esercizio esplorativo della fitness negativa e positiva. Ovviamente, pur potendo trarre un grande beneficio nel farlo autonomamente, il vero grade risultato sulla nostra consapevolezza viene dal farlo in diade cn una persona difronte capace di guardarci negli occhi senza ritrarsi o alterarsi e mantenere un ponte della relazione di alta qualità a partire da quella dell’attenzione. 

 

Esplorazione dela mia fitness negativa

Dimmi chi sei. (Vivi Direttamente Chi sei Tu) per alcuni minuti. 

Dimmi chi sei e avverti una differenza, una discrepanza tra chi sei e che cosa sei.

Dimmi chi sei ma non lo mostri con il tuo fare. Chi sei non coincide con ciò che fai.

Dimmi chi senti o credi di essere è questo stona e stride, non coincide con ciò che fai.  

Dimmi chi gli altri sentono, pensano, credono che tu sia e tu sai di non essere, ma per ragioni di guadagno o convenienza, per ignoranza o debolezza  glielo lasci credere. 

Dimmi che cosa sei? (Vivi Direttamente Che cosa sei Tu) per alcuni minuti. 

Dimmi che cosa sei e avverti una differenza, una discrepanza tra che cosa sei e ciò che fai.

Dimmi una cosa che fai e che non coincide, non rappresenta chi o cosa sei tu veramente.

Dimmi ancora una cosa che fai, ma non sei, non esprime, non mostra chi o che cosa sei tu veramente.

Dimmi una cosa che fai ma per ragioni di guadagno, convenienza, ignoranza o debolezza (indulgenza o viltà) continui a fare senza esserlo veramente. 

 

Esplorazione della mia fitness positiva

Dimmi chi sei. (Vivi Direttamente Chi sei Tu) per alcuni minuti. 

Dimmi chi sei e avverti la simmetria, l’allineamento tra chi sei e che cosa sei.

Dimmi chi sei e come lo mostri, lo riveli con il tuo fare. Come chi sei e che cosa sei sono in sinergia con ciò che fai.

Dimmi ancora che cosa senti, pensi o credi di essere e come questo coincide con ciò che fai.  

Dimmi chi gli altri sentono, pensano, credono che tu sia, e tu sai di essere. Dimmi come confermi questa simmetria? 

Dimmi che cosa sei? (Vivi Direttamente Che cosa sei Tu) per alcuni minuti. 

Dimmi che cosa sei e avverti una simmetria, una sinergia, un allineamento tra cosa sei e ciò che fai.

Dimmi una cosa che fai e che coincide, rappresenta chi o cosa sei tu veramente.

Dimmi una cosa che fai e sei veramente, che ti esprime, ti mostra e ti rivela completamente.

Secondo te sei dentro ad una fitness negativa  o positiva?

Chi secondo te, nella tua ristretta rete di relazioni, è dento ad una fitness negativa?

Secondo te chi nella tua ristretta rete di relazioni è dento ad una fitness positiva?

Qual’è la fitness dominante nella tua famiglia? 

Qual’è la fitness dominante nel tuo gruppo di appartenenza professionale? 

Post Recenti

Iscriviti alla Newsletter